Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Redazione NEC

Per comprendere appieno l’iter di sostenibilità di un prodotto o servizio, bisogna cominciare dalla corretta terminologia. Ecco allora le tre sigle-chiave del processo.

Si parte da LCA, acronimo di Life Cycle Assessment: una metodologia di calcolo che valuta le prestazioni ambientali di un prodotto o di un servizio, lungo il suo intero ciclo di vita, in base alle norme ISO 14040 e 14044. L’LCA è la base per definire le azioni orientate all’aumento della sostenibilità dei prodotti e delle filiere e consente di misurare l’impatto ambientale generato da tutti i processi produttivi.

L’EPD, acronimo di Environment Product Declaration, è la comunicazione delle prestazioni ambientali emerse dallo studio effettuato tramite l’LCA. Di fatto, la dichiarazione ambientale di prodotto è un’etichetta ambientale di tipo III (ISO 14025) certificata a livello internazionale.

Il ciclo si chiude con le PCR, Product Category Rules, documenti che definiscono le regole comuni che tutte le EPD e gli LCA devono rispettare in modo da garantire coerenza e confrontabilità. I produttori devono attenersi a queste regole internazionali nel condurre lo studio LCA per poi comunicarlo con le EPD.

EPDItaly è il Program Operator dell’organismo di certificazione ICMQ che gestisce il sistema di convalida e pubblicazione delle EPD, dandone visibilità internazionale.

Vuoi saperne di più? Clicca qui.